You are currently viewing Che cosa è Ethereum 2.0 e perché è così importante

Che cosa è Ethereum 2.0 e perché è così importante

Tempo di lettura: 6 minuti

Quando nel 2015 Ethereum è entrato in main net, ha suscitato l’interesse e l’eccitazione di una gran parte del mondo di sviluppatori, e ovviamente anche degli investitori. Le loro aspettative si sono dovute un po’ smorzare, quando i problemi di scalabilità e sicurezza hanno iniziato a mostrarsi nel protocollo. Sono sì stati fatti miglioramenti al codice, e lo sviluppo non si è mai fermato, ma ma presto è diventato chiaro per tutti che Ethereum aveva bisogno di una revisione completa per essere competitior in futuro. per avere il suo essere completato in futuro: nasce così Ethereum 2.0, con il suo nome “in codice” Serenity.

Ciao a tutti, belli e brutti. Se è la prima volta che arrivate qua, siete i benvenuti.

Qui, a Cazoo, descriviamo i progetti più interessanti del gigantesco mondo delle criptovalute, analizziamo prezzi e funzionalità, scopriamo le basi del trading e facciamo analisi tecnica avanzata sulle blockchain. Insomma, ce ne è per tutti i gusti.

Cazoo è un libro, un diario, un Moleskine di appunti che mi permette di memorizzare le mie ricerche. L’ho fatto sul web, pubblicamente, perché quello che ho imparato l’ho proprio imparato sul web, e sul web lo riporto nella speranza che possa usare anche voi. Se lo fa, ne sono felice.

Andiamo a vedere che cosa è Ethereum 2.0 e scopriamo tutti i dettagli interessanti.

Vuoi già comprare Ethereum? Se lo fai su Binance, usa questo link di referral: hai lo sconto più alto disponibile, il 20%, su tutte le commissioni, per sempre!

La breve descrizione di Ethereum 2.0

Ethereum 2.0 Serenity, come descritto da Preston Van Loon, è una blockchain diversa da come conosciamo l’attuale Ethereum. Di per sé è un aggiornamento di Ethereum, che però non richiederà un hard fork della chain originale.

Come si riuscirà ad accedere ad Ethereum 2.0? Verrà effettuato un deposito una tantum di Ether dalla vecchia alla nuova chain tramite Smart Contracts. Questa sarà una transazione a senso unico, dopo di che l’uso del sistema legacy Ethereum dovrebbe cessare.

Come dicevo all’inizio, Ethereum ha già subito alcuni aggiornamenti che lo portassero ad essere meno congestionato e più scalabile, proprio in previsione del rilascio di Ethereum 2.0. Questi cambiamenti hanno dei nomi spettacolari: Homestead Marzo 2016, Metropolis Byzantium Ottobre 2017, Metropolis Constantinople Febbraio 2019, e Istanbul Dicembre 2019.

I problemi di Ethereum, che Ethereum 2.0 vuole risolvere

Il motivo dietro il cambiamento l’abbiamo capito: il design attuale ha molte, troppe limitazioni. L’algoritmo Proof of Work e altre parti dell’architettura non sono mai riusciti a far fronte alla domanda degli sviluppatori.

Alcuni dei problemi principali sono:

Scalabilità: è un fatto noto che il computer mondiale (l’obiettivo principale di Buterin e della sua creazione Ethereum) è lento. In questo momento, il protocollo è sopraffatto da tutte le applicazioni decentralizzate (DAPPS) e dagli Smart Contracts che vi girano dentro. Alcuni miglioramenti sono stati fatti su questo fronte, ma è diventato chiaro che una blockchain Proof of Work non poteva far fronte alla domanda.

Sicurezza: non ci sono mai state violazioni significative della sicurezza in Ethereum, ma è noto che alcuni miglioramenti gioverebbero alla salute dell’intero sistema. Questo è un obiettivo per Ethereum 2.0, che mira a creare una piattaforma più robusta.

Una nuova macchina virtuale: una delle grandi innovazioni di Ethereum è stato il rilascio di una macchina virtuale. Questa è la parte che esegue i contratti intelligenti e rende il protocollo un computer mondiale. Il problema è che anche questa parte è molto lenta. Questo è un grande problema perché ogni transazione in Ethereum aggiorna lo stato globale della rete. In questo momento, l’EVM (Ethereum Virtual Machine) è un collo di bottiglia nel sistema.

Cosa cambierà con Ethereum 2.0?

Una volta delineati i problemi di Ethereum 1.0, possiamo possiamo guardare quali sono i miglioramenti che porterà Ethereum 2.0. Tieni a mente che queste migliorie sono in una fase molto avanzata di pianificazione, lo sviluppo vero e proprio, per quanto in parte già iniziato, deve ancora arrivare.

Proof of Stake: l’algoritmo di consenso Proof-of-Stake è il più grande cambiamento che arriverà con Ethereum 2.0. Questo meccanismo usa lo stake invece dell’elettricità come misura di validità.

  • In una blockchain Proof of Work , la chain con l’hash power più alto è la migliore.
  • In una blockchain Proof of Stake, la chain con più risorse in stake è la migliore.

Inoltre, i validatori diventano la nuova fonte e anche i propagatori dei blocchi. Questi sono utenti che hanno vincolato almeno 32 ETH. Queste staking di risorse permettono al validatore di entrare in una lotteria per essere selezionato come creatore del prossimo blocco e così poter reclamare le sue ricompense. Se un validatore va offline o agisce in modo disonesto mentre è parte attiva della rete, alcuni o tutti gli Ether usati per diventare un validatore gli saranno tolti.

Sharding: un altro grande cambiamento nel sistema è l’uso di catene laterali note come shard. Prima dicevo che la lentezza delle transazioni, la congestione della rete, è uno dei maggiori problemi del sistema attuale. Nella sua architettura esistente sembra che non esiste una soluzione definitiva. Per questo motivo, la creazione di catene separate più piccole (shards) che possono occuparsi di singole operazioni è un’idea fantastica e un miglioramento significativo. Polkadot lo fa da quando è nata.

Qual’è la RoadMap di Ethereum 2.0

Come Ethereum 1.0, anche Ethereum 2.0 sarà lanciato in quattro fasi:

  • Fase 0: lancio del nuovo sistema proof-of-stake (noto come Casper) e sviluppo della blockchain centrale di Ethereum 2.0 (chiamata Beacon Chain);
  • Fase 1: scalare le capacità di Ethereum 2.0 dividendo la rete in 64 blockchain (note come shard chain) che permetteranno alla rete di elaborare più transazioni;
  • Fase 2: abilitare le capacità dei contratti intelligenti che permetteranno alle dApps di funzionare su Ethereum 2.0, e formare un ponte tra la rete Ethereum originale ed Ethereum 2.0; e infine
  • Fase 3: secondo il fondatore di Ethereum Vitalik Buterin, questa fase sarà per “fondamentalmente fare altre cose che vogliamo aggiungere una volta partiti”, ma in realtà ospiterà il cambiamento della EVM (Ethereum Virtual Machine).

Fase 0: Proof of Stake e Beacon Chain

Ancora prevista per essere rilasciata nel 2020, la Beacon Chain è una rete Proof of Stake pianificata per funzionare insieme a Ethereum 1.0. Sarà lanciata solo se 524.288 in Ether sono stati messi in stake, e almeno 16.384 nodi sono stati registrati come validatori. Inizialmente, la Beacon Chain non sarà u n grande cambiamento per la maggior parte degli utenti. Questa rete non ospiterà Dapps e non eseguirà contratti intelligenti. La sua funzione primaria sarà come un registro per i validatori e la loro parte all’interno della rete.

Fase 1: Sharding

Questa fase è prevista per un anno dopo la finalizzazione della Fase 0. In questa fase, la singola Chain di Ethereum 1.0 sarà tagliata in porzioni più piccole chiamate shard. Il numero previsto di shard è di 64 nel lancio iniziale. Questa fase è molto delicata: permetterà di indirizzare le transazioni in speciali sotto-catene e permettere l’elaborazione parallela dei dati.

Fase 2: Fusione

In questa fase il vecchio meccanismo Proof of Work dovrebbe essere incorporato nella nuova rete come uno degli shards, una delle sotto-catene. Di conseguenza, con questa fase da un momento all’altro non ci sarà più bisogno di trasferire i record da una chain all’altra. La storia delle transazioni della catena PoW vivrà come parte di Ethereum 2.0. Questo dovrebbe accadere poco dopo il completamento della Fase 1.

Fase 3: EWASM

In questa fase, poco dopo che le due chain Ethereum 1.0 ed Ethereum 2.0 sono state unite, verrà sostituita la Ethereum Virtual Machine. Non ci sono molti dettagli riguardo a questa fase, ma la nuova macchina virtuale sarà chiamata Ethereum WebAssembly (EWASM), dal momento che sarebbe basata sul formato web assembly.

Con questo aggiornamento, l’hosting di Dapp e l’esecuzione dei contratti intelligenti saranno a pieno regime in Ethereum 2.0. Ciò significa che potremo giudicare l’aggiornamento finito solamente quando Ethereum non avrà portato a termine questa fase.

La strada è lunga e tortuosa, ma le capacità del nuovo Ethereum 2.0 hanno messo l’acquolina in bocca a molti. Il mondo cambierà. Si tratta di un aggiornamento importante che non solo beneficerà gli utenti di Ethereum, ma spingerà anche l’industria nel suo complesso verso il futuro.

Impatto sul prezzo di ETH con l’aggiornamento Ethereum 2.0

In molti ritengono che Ethereum abbia le capacità di raggiungere e superare Bitcoin. Anche io lo penso. Questo significherebbe un aumento del suo valore di ben 20 volte… approposito:

Vuoi capire meglio come funziona lo sconto?

Puoi leggere anche qui come sfruttare al massimo lo sconto su Binance.